logo grande web4human blog

in SEO | -December-17 | | 0

Differenze tra Indicizzazione e Posizionamento

Come indicizzare un sito web

Quando si crea un sito internet, se lo si fa nel modo corretto, bisogna prevedere tutti i parametri necessari a permettere ai motori di ricerca di considerarlo utile per gli utenti così da ottenere un posizionamento migliore. Ma cosa si intende per indicizzare?
Indicizzare significa inserire nel database di un motore di ricerca (esempio Google) il proprio sito internet. Facendo ciò rendiamo il nostro sito internet interpretabile a Google, che, come “premio”, ci permette di acquisire visibilità facendolo comparire nelle sue pagine di risposta inerenti ad una query. Tutto questo lo si può fare gratis, caricando la site-map del proprio sito in Google Search Console e, nel giro di pochi giorni o di qualche settimana, si entrerà a far parte dell’indice di Google.
Non sai come generare un sitemap e come caricarla in Google Search Console? Leggi qui.

Lo step successivo è rappresentato dalla classificazione del nostro sito che viene eseguita in funzione delle keyword che più lo rispecchiano. Entrano così in gioco gli algoritmi dei motori di ricerca che stabiliscono il livello di pertinenza tra parole chiave e i contenuti delle pagine del nostro sito, la validità di quest’ultimi e ogni quanto vengono aggiornati. Più un sito web si rinnova più viene qualificato da Google.

Cosa si intende per posizionamento

Con il termine “posizionamento” s’intende invece il raggiungimento di visibilità tra i motori di ricerca, ovvero il comparire nei risultati più rilevanti.
Nella prima pagina, quando eseguiamo una query, Google restituisce sia risultati naturali, non a pagamento, sia quelli sponsorizzati, tramite AdWords; quindi esistono due tipi di posizionamento: quello naturale e quello sponsorizzato.
Il posizionamento organico si consegue ottimizzando il sito in ottica SEO, per esempio facendo pulizia nel codice html, scegliendo bene i testi, i meta-tag e i link da inserire.
Il posizionamento dei link sponsorizzati, invece, essendo a pagamento, dipende sia dalla qualità dell’annuncio che si vuole sponsorizzare che dal “costo per click”, cioè quanto l’inserzionista è disposto a spendere per ogni visita che riceve. Il traffico generato dall’annuncio viene incanalato su landing-page, che sono vere e proprie “pagine di approdo”, sviluppate appositamente per attirare i motori di ricerca per contenuti specifici.

Data pubblicazione: 05-December-17 / Ultima modifica: 15-January-18

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo!
Commenti

Accedi o registrati per lasciare un commento.

Link Sponsorizzato